GEN 26 2012

Milano Man's Fashion Week F/W 2012-13



DOLCE & GABBANA

Presentata tra le note di Giuseppe Verdi e le liriche di Pavarotti, la collezione invernale di Dolce & Gabbana F/W 2012-13 è una vera e propria celebrazione dell’eccellenza italiana.

 

 

La tradizione sartoriale maschile si evolve al moderno attraverso la sperimentazione di nuovi tagli, volumi e proporzioni. Essa rimane legata al passato con l’impiego di tessuti lavorati, usurati e cotti; capi iconici siciliani come la “tistera”, la mantella che gli uomini indossavano per andare in campagna, e la classica coppola. Infine i ricami riprendono le volute delle chiese barocche locali. Un uomo tra il passato e il futuro, tra il classico e il moderno, tra artigianalità e tecnologia.

 

 

 

FRANKIE MORELLO

Da Frankie Morello lo show raccontava una storia di un uomo che dall'avere ogni genere di ricchezza (giacche arricchite da borchie, spuntoni, oro e specchietti) passa attraverso alcune fasi più alternative (completi degradé e non convenzionali) fino ad arrivare ad un ultima fase in cui, decide di spogliarsi di tutti i suoi averi e di andare in giro con camice di chiffon e slip, per finire, in ultima uscita, completamente nudo.

 

 

L’uomo super accessoriato di BURBERRY PRORSUM

Protagonista è il doppiopetto  proposto in diverse varianti: cappotti con baveri profilati, trench e giacche. Interessanti i giacconi da aviatore abbinati ai completi a due bottoni super slim.

Una collezione caratterizzata dal taglio sartoriale e  cura quasi maniacale per gli accessori. Ce ne sono veramente per tutti i gusti e soprattutto per tutti quegli uomini che non disdegnano un look da perfetto gentleman: ombrelli dal manico a forma d'ariete, levriero, ariete e civetta, guanti borchiati, borse patchwork in camoscio, coppole in tweed e velluto, cravatte a pois e chi più ne ha più ne metta.

 

 

 TRUSSARDI 

Da Trussardi riviviamo gli anni Settanta di Jackie Stewart con tanto di baffi, occhiali fumé, bottiglie di spumante. I modelli richiamano il mondo del famoso pilota di Formula 1 negli anni settanta, presentano silhouette aderenti, pantaloni svasati con giacca a doppio petto e dolcevita sotto la camicia. Uno stile vintage dai colori e stampe seventies.

 

 

Il generale Hollywoodiano di PRADA

 

Eleganza militaresca, con un stile ingessato. Sfilano gli uomini in divisa di Miuccia Prada, su un enorme tappeto rosso in un atmosfera inquietante e fredda. Ritratti del potere politico e dell'autorità: Tim Roth, Adrien Brody, Willelm Defoe, Gary Oldman, Emile Hirsch, Garrett Hedlund, Jamie Bell e i gemelli Alexandre e Victor Carril, star di Hollywood interpretano insieme ai modelli i generali pensati da Miuccia per F/W 2012-13

Il doppiopetto in stile anni ’40, è declinato su giacche, cappotti e trench coat. Grigio, cammello, tracce di rosso e di bianco i colori più visti. Presenti in ogni uscita i colli bianchi. Tra i dettagli: gli occhialetti con montatura tonda e le spillette appuntate sul taschino, opere d'arte astratta che donano più autorità all'ensemble. Le scarpe classiche stringate in pelle che riecheggiano le tipiche scarpe con la copertura in gomma antipioggia, prepariamoci già da ora a rivederle per tanti altri anni su fashionisti e non.

 

 

Le Fleurs Du Gucci.

 

Poeta maledetto, dall’animo romantico, con uno stile intellettuale e sofisticato. E’ l’uomo Gucci per la prossima stagione F/W 2012-13.

Frida giannini s’ispira a “Le fleurs du mal”, la celebre opera del poeta francese Charles Baudelaire. Dettagli  ottocentenschi,  lavorazioni e tessuti raffinati come il velluto e il damasco. Stampe e fantasie quasi nobili, pochette e colori bohemien…per uno stile elegante e dandy.

 

 

Rassegna a cura di Lucia Farruggio 

 


Piaciuto quest'articolo? Leggi anche...